La gravidanza è un momento delicato nella vita di una donna che porta in sé una nuova vita che nasce.

Bisogna pertanto aver cura del proprio benessere fisico e psicologico, aiutandosi anche con integratori e prodotti naturali che favoriscono la crescita del bambino e che apportino i giusti nutrienti alla neo-mamma.

Tra i vari prodotti naturali, la spirulina è un ottimo integratore in grado di favorire non solo la fertilità ma anche la gravidanza.

La spirulina infatti è una naturale fonte di proteine e contiene numerose vitamine e minerali utili in gravidanza.

Benefici della spirulina per un aumento di fertilità

La spirulina è uno degli integratori alimentari maggiormente richiesti sul mercato dal momento che i nutrienti di cui si compone aiutano le coppie che vogliono avere dei figli ad essere non solo più sane ma anche più vigorose.

Non a caso, questa alga verde è una fonte proteica completa dal momento che contiene tutti gli amminoacidi necessari per definirsi tale.

Il contenuto di proteine ​​è pari al 60-70% del suo peso totale a secco; ovviamente esiste una variazione di percentuale del contenuto proteico, che dipende dal tempo in cui avviene il raccolto.

Quando ci si prepara ad una gravidanza è importante seguire un regime alimentare sano ed equilibrato.

Ecco perché è utile integrare la propria alimentazione con la spirulina dal momento che contiene un’ampia varietà di vitamine e minerali, tutti facilmente assimilabili dal corpo come vitamine A, D, E, K, tiamina, riboflavina, niacina, B6, B12, acido folico, potassio, calcio, zinco, magnesio, manganese, selenio, ferro, rame e fosforo.

Inoltre, dal momento che cresce in acqua dolce contiene una bassa presenza di sodio.

Grazie alle sue proprietà antiossidanti favorisce produzione di ovuli e spermatozoi oltre a prevenire la preeclampsia meglio nota come gestosi.

Molte delle vitamine e dei minerali nella spirulina hanno proprietà antiossidanti, e quindi in grado di proteggere il corpo dai danni dei radicali liberi che potrebbero altresì comportare problemi di fertilità, complicazioni durante la fase luteale, nonché la scarsa salute dell’ovulo e degli spermatozoi.

Da dove viene la Spirulina?

La spirulina cresce naturalmente nelle acque alcaline dei laghi nelle regioni calde, anche se oggi viene coltivata anche in ambienti controllati.

Presenta dimensioni ridotte, basta infatti pensare che è grande appena 0,1 mm e dal momento che ha una rapida crescita la sua massiccia raccolta non ne determina la diminuzione.

Poiché la spirulina cresce in condizioni così difficili, si è dimostrata una fonte di cibo molto sana e pulita.

Dosaggio giornaliero consigliato

Numerosi medici sono concordi nel consigliare un consumo massimo di 3 g al giorno o comunque di seguire le istruzioni riportate sull’etichetta del prodotto che si utilizza.

La spirulina è presente sotto forma di compresse per un rapido assorbimento.