Negli ultimi 30-40 anni, il carico di sostanze tossiche nell’ambiente e negli alimenti è fortemente aumentato. Ecco perché, in un tale contesto, la spirulina è una soluzione depurativa da considerare.

 Uno degli elementi tossici ambientali più pericolosi è il piombo, il cui assorbimento avviene sia tramite l’aria e l’acqua, sia tramite l’alimentazione.

Quando si ha un’alimentazione troppo povera di calcio, ferro e proteine, si corre il rischio di assorbire troppo piombo nel tratto gastro-intestinale. Il metallo arriva nel sangue, circola per un certo periodo (legato agli amminoacidi) nell’organismo e si deposita principalmente nei tessuti ossei, così come nel fegato e nei reni.

La spirulina: “alga” depurativa per eccellenza

La spirulina contiene naturalmente dei nutrienti che contribuiscono all’eliminazione ed alla difesa del sistema immunitario: calcio, magnesio, ferro, selenio, amminoacidi e le vitamine A, B ed E.

Queste sostanze vitali, così come la SOD ed altri enzimi rappresentano una forte protezione contro l’ossidazione. Essi riducono l’effetto tossico dei radicali liberi e proteggono le nostre cellule.

Uno studio realizzato in Bielorussia su 16 operai esposti al piombo ha rivelato una diminuzione del tasso di piombo nel sangue e nell’urina in tutti i casi con un supplemento di 5 compresse di spirulina al giorno. Dopo 2 mesi di consumo di spirulina, il livello di tossicità si è considerevolmente ridotto ed ha mostrato un tasso normale.

 

Il tasso di piombo nel sangue e nell’urina è diminuito fino a raggiungere i valori normali dell’OMS. Si è assistito ad un importante aumento degli enzimi, lo stato delle gengive è migliorato e la ricettività alle infezioni nella cavità orale si è ridotta.

Così facendo, i ricercatori Loseva e Urinok della clinica dell’istituto di ricerca scientifica di radiologia ed endocrinologia di Minsk hanno potuto dimostrare:

Il consumo di spirulina come complemento alimentare ha un’azione depurativa/disintossicante formidabile in relazione all’esposizione alle sostanze tossiche, in particolare il piombo.

Questo studio mostra ugualmente che completare l’alimentazione quotidiana con la spirulina ha perfettamente senso nei paesi industrializzati, in particolare per quanto riguarda la prevenzione delle malattie.

Una serie di altre analisi scientifiche ha permesso di constatare che la spirulina è in grado di eliminare anche il mercurio e le sostanze radioattive.

La spirulina contiene anche la clorofilla, questo pigmento ossigena, oltre ad essere un potente disintossicante.

Un consumo eccessivo di medicinali, l’abuso di alcol, caffè, tabacco, ma anche di cioccolato, zuccheri e sostanze tossiche, sempre più presenti nell’alimentazione moderna, può portare all’infiammazione del fegato.

In questo caso, l’assunzione di spirulina è fortemente consigliata per rinforzarlo e rigenerarlo.

Inoltre, permette di evitare gli effetti secondari dei medicinali, purificando il sangue ed alleviando il fegato e i reni.

La spirulina, priva di qualsiasi sostanza nociva, aiuta il corpo ad eliminare quelle che assorbiamo

  • – Libera il nostro corpo dai prodotti chimici ed aiuta la disintossicazione;
  • – Libera da tossine, metalli pesanti e radiazioni ionizzanti;
  • – Evita gli effetti secondari dei medicinali chimici;
  • – La disintossicazione avviene attraverso diversi canali di eliminazione (urinario, respiratorio, digestivo e attraverso la pelle);