“La Spirulina è un eccellente integratore alimentare: ricco di proteine di altissima qualità, fornisce anche ferro, ben assorbito dall’organismo, calcio, vitamina B12 (insieme al ferro, particolarmente utile per i vegetariani), antiossidanti, acidi grassi insaturi… senza dimenticare il suo pigmento unico, la ficocianina, che ha effetti antinfiammatori e disintossicanti.”
Marie-Laure André – Dietologa

A nessuno di noi verrebbe in mente oggi di andare al supermercato, pescare una bella mela dal cesto e addentarla.

Tralasciando che gli addetti del supermercato potrebbero non gradire, quella mela non è stata sbucciata, e non è stata lavata.

Alcuni studi sull’impatto delle colture biologiche mostrano che la penetrazione chimica dei pesticidi all’interno del frutto è inversamente proporzionale allo spessore della buccia: più la buccia è spessa e dura, meno i pesticidi entrano.

Quindi, mentre sbucciare un melone dovrebbe metterci al sicuro dall’ingestione di sostanze tossiche, sbucciare una mela potrebbe non essere sufficiente.

Visto che non tutti possiamo permetterci di andare in una sperduta valle del Trentino per mangiare una singola mela, una soluzione depurativa come la Spirulina diventa molto interessante.

Gli effetti della Spirulina sul piombo

Prendiamo un esempio molto comune e tristemente noto, quello del piombo.

Innanzi tutto: l’essere umano assorbe piombo per tramite di aria, acqua e ingestione. 

L’ultimo caso è quello più complesso, e per comprendere i rischi del piombo consideriamo un altro fattore: chi segue un’alimentazione troppo povera di calcio, ferro e proteine, corre il rischio di assorbire maggiormente piombo nel tratto gastro-intestinale.

Questo spiacevole metallo infatti arriva nel sangue legato agli amminoacidi, circola per un certo periodo nell’organismo e si deposita nei tessuti ossei, così come nel fegato e nei reni. È un pericolo costante per i paesi industrializzati, al quale sottoponiamo non solo noi stessi, ma anche i nostri anziani e bambini, che a livello immunitario si presentano meno preparati.

A questo punto, per limitare l’assorbimento del piombo servirebbe un integratore di nutrienti come calcio, magnesio, ferro, selenio, amminoacidi e vitamine A, B ed E.

Impossibile trovare un integratore simile? E invece noi l’abbiamo trovato.

La Spirulina non solo è un ottimo alleato per l’integrazione di tutti i nutrienti sopra elencati, ma include anche SOD ed altri enzimi, che rappresentano una forte protezione contro l’ossidazione

Uno studio realizzato in Bielorussia su 16 operai esposti al piombo ha rivelato una diminuzione del tasso di piombo nel sangue e nell’urina in tutti i casi con un supplemento di 5 compresse di spirulina al giorno. Dopo 2 mesi di consumo di spirulina, il livello di tossicità si è considerevolmente ridotto ed ha mostrato un tasso normale.

Il tasso di piombo nel sangue e nell’urina è diminuito fino a raggiungere i valori normali dell’OMS. Si è assistito ad un importante aumento degli enzimi, lo stato delle gengive è migliorato e la ricettività alle infezioni nella cavità orale si è ridotta.

Così facendo, i ricercatori Loseva e Urinok della clinica dell’istituto di ricerca scientifica di radiologia ed endocrinologia di Minsk hanno potuto dimostrare che:

Il consumo di Spirulina come complemento alimentare ha un’azione depurativa/disintossicante formidabile in relazione all’esposizione alle sostanze tossiche, in particolare il piombo.

La Spirulina, alleata del fegato contro le sostanze tossiche

Un consumo eccessivo di medicinali, l’abuso di alcol, caffè, tabacco, ma anche di cioccolato, zuccheri e sostanze tossiche, sempre più presenti nell’alimentazione moderna, può portare all’infiammazione del fegato.

La Spirulina contiene clorofilla, un potente alleato per l’ossigenazione e il rafforzamento del fegato, ma anche dei reni.

In abbinamento al rafforzamento, la spirulina svolge anche un’azione depurativa sul sangue, attenuando gli effetti secondari dei medicinali. È evidente che anche questo effetto vada a ricadere positivamente su un fegato infiammato e sottoposto a costante stress metabolico.

La Spirulina aiuta il corpo ad eliminare quelle che assorbiamo

In sintesi:

Libera il nostro corpo dai prodotti chimici ed aiuta la disintossicazione;

Libera da metalli pesanti come piombo e mercurio;

Evita gli effetti secondari dei medicinali;

La disintossicazione avviene attraverso diversi canali di eliminazione (urinario, respiratorio, digestivo e attraverso la pelle);

Evita gli effetti nocivi delle radiazioni ionizzanti.

La Spirulina e le difese immunitarie

Questo argomento è all’ordine del giorno, ma non dovremmo considerarlo solo in funzione della recente epidemia da Covid-19 o coronavirus, che dir si voglia.

Le difese immunitarie sono lo schermo che ci consente di sopravvivere ai miliardi di batteri e virus che circolano nell’aria, nell’acqua, nel cibo. Hai mai pensato perché ci ammaliamo quando prendiamo un colpo di freddo?

In quell’attimo in cui esci a buttare la spazzatura senza sciarpa, l’esercito di germi che abitualmente entra nel tuo corpo non trova momentaneamente barriere all’ingresso. Mentre abitualmente li avresti combattuti senza alcun problema, grazie alle tue normali difese immunitarie, ora il freddo ha “congelato” le tue difese immunitarie, lasciandoti, per qualche attimo, scoperto.

Una delle funzioni della spirulina è quella della sciarpa: rinforzare le nostre difese immunitarie. È per questo motivo che molte persone decidono di assumerla durante i periodi più critici dell’anno, per contrastare i malanni stagionali.

Se aggiungiamo il Coronavirus, l’influenza suina, l’ebola, diventa evidente che integrare l’alimentazione quotidiana con la Spirulina ha perfettamente senso nei paesi industrializzati. I malanni sono purtroppo sempre in agguato.

Ma c’è di più. L’effetto potenziante si verifica non solo sui soggetti sani, ma anche su quelli più deboli, a livello immunitario.

Uno studio condotto dall’Università della California e coordinato dal dr. Eric Gershwin ha evidenziato come l’assunzione di questo “superfood” contribuisca a stimolare il sistema immunitario e a contrastare le malattie anche nei soggetti più deboli come gli anziani.

Lo studio, durato 12 settimane e pubblicato su Cellular & Molecular Immunology, ha preso in esame 30 persone di età superiore ai 50 anni e ha somministrato loro 6 compresse da 500 mg di spirulina al giorno.

I risultati hanno dimostrato che oltre il 75% dei partecipanti mostrava un considerevole incremento nell’attività immunitaria. In particolar modo le donne.

In conclusione

Ti stai chiedendo perché un simile super-integratore non è già sulle tavole di tutti gli italiani? Bella domanda. Ce lo chiediamo anche noi.

Forse è solo questione di tempo, come succede per le grandi innovazioni tecnologiche. Internet è nato negli anni ’90, ma muante persone negli anni ’90 avevano Internet a casa propria?

Molto poche. Per questo noi crediamo fortemente nel commercializzare questo prodotto, tagliando i soliti tempi di reazione dell’essere umano alle novità. 

Per alcuni consigli su come orientarsi nell’acquisto di spirulina puoi leggere questo articolo

La rivoluzione dell’integrazione alimentare sta iniziando: tu ne farai parte?